Search
Search Menu

Una calda atmosfera, il resoconto della serata

Giovedì 31 gennaio 2019 ha preso il via presso la sede del Q.re S.Stefano il ciclo di incontri promosso da Legambiente Bologna sui cambiamenti climatici.

E’ stato un inizio vivace e partecipato (più di 60 presenze): le efficaci comunicazioni di  Vittorio Marletto, (per l’occasione nella doppia veste di esperto climatologo e di clarinettista) hanno fornito un quadro molto chiaro delle preoccupanti prospettive legate all’attuale modello di approvviginamento energetico, principale causa del sensibile incremento dei gas serra che alterano il clima sulla Terra con effetti destabilizzanti già in atto, con evidenze anche nella nostra Regione.

L’esperto ha però evidenziato le strade ancora percorribili per attenuare e tenere sotto controllo le conseguenze negative dei cambiamenti climatici; per questo è necessario un radicale cambio di passo superando, con una rapida ed equa transizione, la dipendenza dalle fonti fossili (carbone e petrolio) in favore dell’uso delle fonti rinnovabili (sole, luce, acqua, vento, geotermia) per il funzionamento di motori elettrici: una grande sfida che riguarda tutti da vincere nei prossimi anni, con una rivoluzione energetica da completare entro il 2050.

Le informazioni del divulgatore scientifico si sono perfettamente alternate con una serie di gradevoli brani musicali popolari eseguiti dagli 11 elementi dell’orchestra La Rumorosa, diretta dal maestro Mario Sollazzo.

Al termine della serata Legambiente Bologna ha rivolto un invito ai presenti: quello di impegnarsi in proprio, nelle 4 settimane che ci separano dal prossimo incontro del 28 febbraio al Dipartimento di Chimica Industriale, a risparmiare almeno 4 volte l’uso dell’auto per contribuire con il proprio comportamento a diminuire le emissioni di anidride carbonica (e di altri gas inquinanti che ammorbano l’aria della nostra città).