Legambiente Bologna

Il Treno Verde arriva a Bologna!

Vi aspettiamo alla stazione centrale di Bologna, nelle giornate del 20 e 21 marzo 2017.

L’economia circolare al centro dell’edizione 2017 del Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane.

Monitoraggio ambientale: inquinamento indoor sotto osservazione.

Prosegue il viaggio del Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane: il convoglio ambientalista ogni anno fa tappa nelle maggiori stazioni del paese per promuovere la sostenibilità che parte dal basso, dalle persone, dalla condivisione. Da ciò che tutti possiamo fare per costruire insieme territori più sani e vivibili.

La tappa emiliano-romagnola sarà a Bologna, al binario 6 ovest della stazione centrale nelle giornate del 20 e 21 marzo.

Proprio per approfondire il tema sugli stili di vita sostenibili, l’edizione 2017 del Treno Verde mette al centro delle sue attività l’economia circolare. Un tema di grande attualità, una rivoluzione rispetto all’attuale sistema economico che può interessare molti aspetti della nostra vita quotidiana. L’economia circolare non prevede sprechi, promuove la condivisione dei beni, fonda i suoi principi sulla consapevolezza che le risorse del Pianeta non sono inesauribili. Una grande rivoluzione culturale, oltre che economica, che Legambiente racconta con semplicità a grandi e piccini nella mostra interattiva allestita a bordo del Treno.

Protagonisti degli eventi a bordo “i Campioni dell’economia circolare”: rappresentanti delle realtà italiane che già hanno investito nel nuovo modello economico, racconteranno la loro esperienza illustrando tutti i vantaggi economici, sociali e ambientali della loro scelta. Destinazione finale del messaggio portato dai Campioni è Bruxelles, dove è in corso la discussione per l’approvazione del pacchetto europeo sull’economia circolare.

Nel corso del suo viaggio, come ogni anno, il Treno Verde segue un programmma di monitoraggio dell’inquinamento acustico ed atmosferico delle città in cui farà tappa. Quest’anno il programma scientifico si arricchisce di una novità: la valutazione dell’inquinamento indoor, ossia l’analisi dei composti che determinano la buona o la cattiva qualità dell’aria in un ambiente chiuso, come a scuola, a casa, al lavoro.

Vi aspettiamo a bordo! Si parte!
Tappe, informazioni, contatti www.trenoverde.it

Il programma completo della tappa bolognese del Treno Verde!

Lunedì 20 marzo
Dalle ore 8:30 alle 14 Visita a bordo degli alunni delle classi scolastiche prenotate
Ore 11 Inaugurazione del Treno Verde in sosta al binario 6 piazzale ovest.
A seguire premiazione dei campioni dell’economia circolare emiliano-romagnoli.
Saranno presenti: Paola Gazzolo, assessore all’Ambiente della Regione Emilia-Romagna; Lorenzo Frattini, presidente Legambiente Emilia-Romagna; Davide Sabbadin, portavoce Treno Verde.
ore 16 – 19  Apertura al pubblico della mostra nelle carrozze del Treno Verde

Martedì 21 marzo
Dalle ore 8:30 alle 14 Visita a bordo degli alunni delle classi scolastiche prenotate
Ore 11 Conferenza stampa di presentazione dei dati sul monitoraggio ambientale effettuato dai tecnici del Treno Verde, in IV carrozza.
Saranno presenti Giulio Kerschbaumer, direttore Legambiente Emilia-Romagna; Davide Sabbadin, portavoce del Treno Verde; Davide Diversi, direttore divisione trasporto regionale Trenitalia Emilia-Romagna.
ore 16 – 19 Apertura al pubblico della mostra nelle carrozze del Treno Verde

Leggi tutto

chiudi

Legambiente Bologna

La riqualificazione energetica negli edifici

Vi aspettiamo per l'appuntamento organizzato il 15 marzo alle ore 17:15 presso l'Atelier dell'Urban Center (Sala Borsa, Piazza del Nettuno 3) per parlare di "Riqualificazione energetica negli edifici".

Leggi tutto

chiudi

Legambiente Bologna

PasseggiAmo Bologna - Domenica 5 marzo

Il 5 Marzo, in occasione della terza domenica ecologica del 2017, vi diamo appuntamento per una passeggiata alla scoperta dei diversi angoli della città. L’appuntamento è alle ore 10:00 presso i giardini di Villa Cassarini (Porta Saragozza), con arrivo alle ore 11:30 circa in Piazza San Domenico.

Per l'occaione presenteremo la mappa pedonale "PasseggiAmo Bologna"!

Non mancate!

Leggi tutto

chiudi

Legambiente Bologna

SOCI E SIMPATIZZANTI DEL CIRCOLO SONO INVITATI ALLA ASSEMBLEA DI PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ

 PER ESSERE PROTAGONISTA IN DIFESA DELL’AMBIENTE PER IL FUTURO DELLE NUOVE GENERAZIONI  

SABATO 21 GENNAIO 2017, ORE 9:30 PRESSO LA SEDE DI VIA GORKY 6 A BOLOGNA (CORTICELLA)

 

Cambiamenti climatici, mobilità, rifiuti, consumo di suolo,  conservazione delle risorse idriche.

 

Quali obiettivi e quali azioni per contribuire a limitare il degrado delle risorse naturali e la conseguente perdita di benessere nel territorio della nostra città e provincia?

 

Scarica il volantino.

 

Aderisci quanto prima al circolo di Bologna per l’anno 2017:tutti i dati sul sito  

Leggi tutto

chiudi

Legambiente Bologna

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA DEI SOCI PER SABATO 17 DICEMBRE

Soci e simpatizzanti del circolo Legambiente di Bologna sono convocati in assemblea sabato 17 dicembre 2016 alle ore 10:30 presso la nuovissima sede di Via Gorky numero 6 (presso la COOP di Corticella).

Brindisi di fine Anno e inaugurazione della sede nuova. 

Resoconto delle attività del Circolo per il 2016 (ed approvazione del bilancio).

Possibilità acquisto prodotti tipici umbro / marchigiani  in solidarietà con le zone colpite dal terremoto. 

 Proposte dei soci per attività 2017: è l'occasione giusta per vivere da protagonisti i propri valori in difesa dell'ambiente.

Scarica il volantino!

 

Il Circolo di Legambiente di Bologna. 

 

 

Leggi tutto

chiudi

Legambiente Bologna

26 NOVEMBRE 2016: IMPORTANTE INCONTRO SULLA MOBILITA' A BOLOGNA

Leggi tutto

chiudi

Legambiente Bologna

INCONTRO SUL REFERENDUM DEL 4 DICEMBRE 2016

IL 4 DICEMBRE VOTIAMO: LE RAGIONI DI UN SI O DI UN NO. 

QUALI LE RIPERCUSSIONI IN CAMPO AMBIENTALE? 

Parliamone con:

PAOLO GAZZOLO, Assessore alle politiche ambientali della Regione Emilia Romagna.

PANCHO PARDI, Docente Università di Firenze, membro di salviamo la Costituzione. 

 LUNEDI' 21 NOVEMBRE ORE 20:25 PRESSO IL CENTRO CIVICO LAME, VIA MARCO POLO 51, SALA BLU.

 il confronto sarà moderato da Rodolfo Lewanski, docente di Scienze Politiche, Università di Bologna 

 

 

 

Leggi tutto

chiudi

Legambiente Bologna

Passante di Mezzo: Merola metta la città alla guida del processo e non in posizione subalterna

Dopo un mese e mezzo di incontri, una domanda al Sindaco: le scelte tecniche proposte, l’impegno economico, i tempi contingentati del dibattito sono certamente quelli che vanno a vantaggio di Società Autostrade. Sono anche quelli utili alla città?

Il Passante di Mezzo è l’opera più rilevante che la città metropolitana potrebbe vedere nei prossimi decenni dal punto di vista economico, degli effetti urbanistico-ambientali e probabilmente per le conseguenze sulla mobilità.
Rispetto a questa rilevanza il percorso avviato per coinvolgere la città risulta assolutamente inadatto nei modi, nei tempi a disposizione e, soprattutto, nei margini veri di scelta che Società Autostrade ha imposto. Con un ruolo della politica che pare piuttosto subalterno rispetto al protagonismo del soggetto privato.

Questo a cominciare dalle risorse messe in gioco. Chiediamo infatti al Sindaco, perché dei 1300 milioni previsti per l’adeguamento del nodo di Bologna originariamente solo 600 risultano oggi a disposizione della città, con le rimanenti parti che rimarrebbero a disposizione di Società Autostrade. E’ chiaro che già questo vincolo da solo riduce drasticamente i margini di scelta rispetto ad altre soluzioni strategiche, come l’interramento o la realizzazione di ulteriori tratti coperti. Un’abdicazione grave da parte del sistema politico territoriale.

Rispetto poi al percorso partecipato, una decisione così rilevante non può essere sostenuta da un confronto ridotto a soli due mesi effettivi, in cui gran parte dei partecipanti hanno trovato ben poco della democrazia raccontata inizialmente, e in cui le articolazioni democratiche locali sono rimaste in secondo piano, delegando il racconto del futuro di Bologna alla visione della Società Autostrade. Non vorremmo che i motivi della fretta fossero legati all’entrata in vigore nel 2018 delle nuove disposizioni sugli appalti in house da parte dei concessionari autostradali, che ridurrebbero i margini della Società privata.
Sarebbe inoltre opportuno sapere se le molte domande e richieste emerse nel corso dei confronti troveranno risposte in questa fase, o si avranno solo a giochi fatti, una volta che il progetto passerà al Ministero.

Chiediamo come mai Sindaco e città Metropolitana non siano arrivati ai tavoli di confronto prima di tutto con un’idea strategica di città e della sua mobilità connettiva su cui chiedere ad Autostrade di uniformarsi. Appare piuttosto il contrario: la città sembra dover rincorrere le proposte dell’azienda senza veri confronti tra alternative.
Questa grande opera non è stata inserita nel quadro del PUMS (il piano urbano della mobilità sostenibile ancora solo accennato) e nemmeno si è trovato sui tavoli di discussione una contestuale idea di riassetto della mobilità e i piani di investimento per le altre parti della mobilità bolognese.

Ci chiediamo inoltre perché non sia stata presa in considerazione dall’Amministrazione, come avevamo chiesto tempo fa, la possibilità di un apposito sovrapedaggio per i transiti nel nodo bolognese a vantaggio della mobilità sostenibile, in particolare quella su ferro anche a favore del trasporto di merci, e della riduzione dell’inquinamento (un aumento di 10 cent comporterebbe qualche milione all’anno).

Insomma, per usare una metafora, il percorso partecipato a cui la città è chiamata serve solo per decidere il “colore e gli accessori della casa”, non “com’è fatta, quante stanze ha” ecc. E, soprattutto, a gestire il percorso è chi farà l’intervento che ha già deciso quanti soldi ci sono.

Chiediamo quindi che, per giungere ad una scelta in grado di garantire veramente i massimi benefici alla città, si riveda l’accordo blindato dell’aprile scorso tra Ministero -Regione ER – Società Autostrade, al fine di mettere nelle condizioni di valutare appieno tutte le ipotesi progettuali, con risorse economiche adeguate per attuarle, e tempi sufficienti ad una partecipazione democratica e consapevole.

Leggi tutto

chiudi

Legambiente Bologna

Puliamo il Mondo a Bologna!

Legambiente Bologna nell’ultimo fine settimana di settembre organizzerà come consuetudine l’iniziativa Puliamo il Mondo.

Tutti gli appuntamenti sono a partecipazione libera e gratuita, basta presentarsi all'ora e nel luogo indicato per la pulizia. Guanti e sacchi saranno messi a disposzione dei volontari.

Vi aspettiamo numerosi ad uno o più di questi appuntamenti:

 

SABATO 24 SETTEMBRE

ORE 10  Parco XI Settembre, via Riva di Reno/Azzogardino, ritrovo  all’entrata su via Riva di Reno

 

DOMENICA 25 SETTEMBRE


ORE 10 Parco Carlo Broschi Farinelli (Parco Casa Gialla),

ritrovo in piazza da Verrazzano

 

ORE 10 Parco Tanara, a cura dell’Associazione Il Parco, ritrovo a Ca’ Larga, via del Carpentiere 14

 

Le iniziative sono realizzate in collaborazione con Hera e Comune di Bologna

Leggi tutto

chiudi

Legambiente Bologna

Passante di mezzo: facciamo il punto

Legambiente promuove un confronto su questa discussa infrastruttura tra associazioni ambientaliste, comitati di cittadini dell'area metropolitana, esperti nel campo della mobilità e dell'urbanisitica.

Appuntamento mercoledì 21 settembre alle ore 20.45 presso il Centro Civico Lame (via Marco Polo, 51)

 

Leggi tutto

chiudi